lunedì 8 aprile 2019



Non è Pasqua senza la Pastiera, ed anche se è un pò presto ho desiderato farla adesso perchè come tutte le cose golose se mangiate molto tempo prima o molto tempo dopo rispetto alla festività sono sempre più buone e si gustano al meglio. 

In questo periodo nelle case campane iniziano i preparativi per la preparazione di questa delizia. Non è di difficile esecuzione ma richiede una certa organizzazione.

Credo non esista una versione assoluta della pastiera ognuno ha la sua versione che ha plasmato ed aggiustato in base ai propri gusti, questa è la mia versione quella che amo, che ho sempre mangiato fin da bambina che prevede la presenza oltre che della crema di grano e quella alla ricotta anche della crema pasticcera ed è assolutissimamente senza canditi o al massimo con canditi frullati. 

Mio marito, invece ama la versione senza crema pasticcera e con tanti canditi, sulla pastiera abbiamo visioni e gusti assolutamente diversi ma vi assicuro che ha mangiato con gusto anche questa. 

Quali sono le origini di questo dolce cosi amato nel mondo?

Secondo la leggenda, la sirena Partenope aveva scelto come dimora il Golfo di Napoli, da dove si spandeva la sua voce melodiosa e dolcissima. Per ringraziarla si celebrava un misterioso culto, durante il quale la popolazione portava alla sirena sette doni: farina, ricotta, uova, grano cotto nel latte, fiori d'arancio, spezie e zucchero che simboleggiavano ricchezza, fertilità, abbondanza e dolcezza. Partenope gradì i doni e li mescolò creando questo dolce unico.

Ingredienti per la base di Pasta Frolla (dosi per due stampi da 26 cm)

  • 500 gr di farina 00
  • 5 uova
  • 150 gr di burro
  • 200 gr di zucchero semolato
  • scorza di limone

Ingredienti per la Crema di Grano

  • 400 gr di grano per pastiera
  • 240 ml di latte
  • 56 gr di burro
  • 1 buccia di limone
  • 1 bustina di vanillina
  • 40 gr di canditi misti (da aggiungere alla fine)

Ingredienti per la Crema di Ricotta


  • 400 gr di ricotta vaccina
  • 280 gr di zucchero
  • 4 uova
  • 1 bustina di cannella
  • 1 fialetta di fiori d'arancio

Ingredienti per la Crema Pasticcera


  • 4 tuorli
  • 400 ml di latte
  • 40 gr di farina 00
  • 4 cucchiai rasi di zucchero
  • 1 buccia di limone

Preparazione

Iniziamo la preparazione della pastiera partendo dalla base di pasta frolla. Disporre a fontana la farina ed aggiungere nel centro tutti gli altri ingredienti ovvero le uova, il burro a pezzetti molto piccoli, lo zucchero e la scorza di limone grattugiata. Impastare velocemente gli ingredienti nel centro ed incorporare piano piano la farina, lavorate l'impasto fino ad ottenere una consistenza omogenea. Avvolgete in pellicola e lasciate riposare in frigorifero per almeno 30 minuti, io tutta la notte.

Per la CREMA DI GRANO: sciacquate bene il grano sotto l'acqua corrente e cuocerlo con il latte, il burro, la vanillina e la buccia di limone. Lasciate cuocere a fiamma bassa per circa 30 minuti girando di tanto in tanto,  il latte dovrà essere completamente assorbito dal grano. Quando il composto sarà  denso e cremoso spegnete il fuoco e lasciate raffreddare.


Per la CREMA PASTICCERA: Con l'aiuto di una frusta a mano montate i tuorli d'uovo con lo zucchero fino ad ottenere un composto chiaro e spumoso. Aggiungete la farina setacciata, il latte e la buccia di limone. Trasferite il composto in una pentola e cuocete mescolando continuamente per evitare la formazione di grumi. Quando la crema si sarà addensata togliete dal fuoco e lasciate raffreddare con pellicola a contatto.


Per la CREMA DI RICOTTA: In un recipiente setacciate la ricotta con un setaccio, raccoglierla e lavorarla con lo zucchero fino ad ottenere una crema liscia. Separate i tuorli dagli albumi che monterete a neve e terrete da parte.


A questo punto potete scegliere se tritare tutta, metà o per nulla la crema di grano. Io preferisco non tritarla; ho però frullato a parte i canditi ed uniti alla crema di grano.

In una ciotola molto grande unite la crema di grano, aggiungete i tuorli, la crema pasticcera e la crema di ricotta. Mescolate delicatamente ed infine aggiungete gli albumi montati a neve, la fialetta di fiori d'arancio e la cannella. Amalgamate con cautela ed amalgamate fino ad ottenere un composto liscio ed omogeneo.




Su un piano infarinato stendete la pasta frolla di uno spessore di circa 3 m. Foderare uno stampo da pastiera, precedentemente imburrato ed infarinato, e con l'aiuto di un mestolo versate il ripieno all'interno fino a mezzo cm sotto il bordo dato che in cottura gonfia.

Con i ritagli di pasta frolla ricavatene delle sottili losanghe e sistemarle in sulla superficie del dolce.



Cuocete la pastiera in forno preriscaldato a 180° modalità statica per circa 1 ora, il dolce deve dorarsi in superficie. Lasciate riposare e gustare il giorno seguente dopo averla spolverizzata con zucchero a velo.


 Tempo: 2 ore e 30 min   Servizio per: 10 persone       Complessità: Facile 

lunedì 1 aprile 2019



Niente di meglio che una freschissima crostata alla frutta fatta in casa.....queste sono le cose che adoro, le tradizioni che amo e forse oramai avete capite che ho un debole per la pasta frolla!

Questa crostata è l'ideale per questo periodo, fresca e leggera grazie alla presenza dei lamponi, gustosa ed avvolgente per la presenza di questa crema pasticcera morbida e liscia che è molto semplice da preparare e richiede davvero pochi ingredienti perciò il mio consiglio è che siano di qualità.

Ingredienti per la base 

  • pasta frolla (ricetta base clicca qui) + 30 gr di cacao amaro

Ingredienti per la crema pasticcera morbida

  • 4 tuorli
  • 40 gr di farina 00
  • 100 gr di zucchero semolato
  • 400 ml di latte intero
  • 1 stecca di vaniglia
  • lamponi q.b. ed oro alimentare per decorare

Preparazione

Preparate la pasta frolla come da ricetta cliccando nel link che trovate qui

Aggiungete all'impasta di frolla il cacao amaro ed amalgamate bene.
Lasciate riposare la pasta frolla in frigo, avvolta in pellicola, almeno 30 minuti prima di utilizzarla.

Nel frattempo preparate la crema pasticcera. Dopo aver inciso la stecca di vaniglia nel senso della lunghezza inserirla insieme alla polpa interna in un pentolino con il latte e fate sobbollire per circa 5 minuti a fiamma bassa.

A parte in una terrina montate i tuorli con lo zucchero ed unire la farina setacciata.

Togliete la stecca di vaniglia dal latte ed aggiungere a filo il latte al composto di uova, zucchero e farina; mescolate con una frusta a filo.

Versate il composto in un pentolino e cuocete mescolando continuamente per evitare la formazione di grumi.

Quando la crema inizierà ad addensare continuare a mescolare per evitare che si attacchi.

Togliete la crema pasticcera dal fuoco, lasciate raffreddare a temperatura ambiente con pellicola a contatto.

Nel frattempo che la cremi si raffreddi stendete la pasta frolla e foderate una teglia per crostata, bucherellate il fondo con i rebbi di una forchetta  e cuocete in forno preriscaldato a 180 gradi per circa 20 minuti.

Quando sia la base che la crema saranno ormai fredde procedete con la farcitura.

Io ho messo la crema nella sac a poche senza bocchetta e farcito l'intera crostata.

Ho decorato con lamponi freschi ed oro alimentare. Si abbinano a questa crema anche fragole fresche o altri frutti di bosco.

Conservate in frigorifero.

 Tempo: 30 min   Servizio per: 6 persona       Complessità: Facile 

lunedì 25 marzo 2019



Questa è una ricettina veloce veloce che ho pensato per far si che la mia bambina mangiasse un pò di pesce dal momento che ultimamente lo ripudia. 

Sono dei medaglioni di platessa fresca che è mascherata ed amalgamata con formaggio fresco spalmabile. 

Vi assicuro che piaceranno anche agli adulti, sono golosissimi e d ovviamente potete cambiare il tipo di pesce a seconda dei gusti e cuocere in alternativa anche in forno.

Ingredienti (per 5 medaglioni)

  • 1 platessa fresca piccola
  • 1 spicchio d'aglio
  • sale e olio q.b.
  • prezzemolo fresco q.b.
  • 1/2 philadelphia (in panetto)
  • pan grattato q.b.

Preparazione

Cuocete la platessa in una padellina con uno spicchio d'aglio, un filo d'olio evo e prezzemolo tritato.  Aggiungete un dito d'acqua e cuocete a fiamma bassa per 5-10 minuti al massimo facendo attenzione che non secchi, se necessario aggiungere altra acqua.

Pulite il pesce dalla parte posteriore della pelle e dalla parte laterale. In una terrina schiacciate con una forchetta la platessa in modo da ridurla in purea aggiungete un filo d'olio evo, un pizzico di sale e la philadelphia.

Amalgamate il tutto e se l'impasto risultasse troppo morbido aggiungete un cucchiaino di pan grattato al contrario un filo d'olio.

Passare i medaglioni in abbondante pan grattato, in modo da creare un rivestimento esterno e cuocete in padella con olio evo per pochi minuti rigirandoli da entrambi i lati.

 Tempo: 20 min   Servizio per: 1 persona       Complessità: Facile 

martedì 19 marzo 2019


Questa è la ricetta che mi porta indietro nel tempo quando da bambina divoravo queste merendine di una nota marca ed erano buone proprio perchè morbide, leggere e delicate. Questa è la versione homemade che preferisco perchè fatte con amore e con ingredienti di ottima qualità senza conservanti nè coloranti.
Basta davvero poco, pochi ingredienti, pochi minuti e qualche semplice passaggio per ottenere delle merendine eccezionali che faranno impazzire tutti, non solo ai bambini.
In occasione della festa del papà ho preparato questi dolcini con la mia bambina che con tanto amore le ha regalate al suo papà che, come me, ama i dolci semplici e genuini.
Auguri a tutti i papà del mondo, soprattutto al mio, e condivido questa celebre frase che mi piace tanto:
"Ogni uomo può essere padre. Ci vuole una persona speciale per essere un papà" 
 ciambelline

Ingredienti (dosi per 8 ciambelline)

  • 3 uova
  • 100 gr di zucchero
  • 20 gr di acqua
  • 30 gr di olio evo + 30 gr di olio di semi
  • 110 gr di farina  00
  • 4 gr di lievito per dolci
  • 1 cucchiaino di miele
  • scorza di limone bio
  • 1 pizzico di sale
  • 1 bustina di vanillina
  • zucchero a velo q.b.

Preparazione

Nella ciotola della planetaria montate le uova, lo zucchero ed il miele.Lavorate per qualche minuto fino ad ottenere una spuma chiara. 

Aggiungete la scorza grattugiata di limone, la vanillina, l'acqua e l'olio a filo, continuate a lavorare il composto fino ad ottenere un impasto liscio ed omogeneo. 

Unite la farina ed il lievito ben setacciati amalgamare e versate l'impasto nello stampo per ciambelline precedentemente spennellate con un pò di olio. 

Io utilizzo uno stampo per ciambelline in silicone molto comodo che trovate anche su Amazon (vi lascio il link clicca qui).

Cuocete in forno caldo a 170-180 gradi per 15-20 min circa, cuocete fino a doratura. Una volta fredde sformate le ciambelle e cospargetele con abbondante zucchero a velo. 

 Tempo: 30 min   Servizio per: 6 persone       Complessità: Facile 

domenica 17 marzo 2019




Ogni anno mi cimento nell'impresa delle adorate zeppole di San Giuseppe che altro non sono che pasta choux farcita con crema pasticcera e decorata con amarene sciroppate.
Nel mio blog è presente un'altra ricetta delle zeppole assemblate con le basi di Montersino, quest'anno ho voluto provare la ricetta della pasta choux del grande maestro Massari e devo dire è altrettanto vincente!
In casa mia non è San Giuseppe senza questi dolci e dato che si festeggia anche la festa del papà non potevo non farle.
La crema pasticcera è una versione molto densa perfetta per questo genere di dolci, non cola e regge benissimo ed è delicata e leggera.  Quest'anno le amarene sono assolutamente Bio fatte in casa da mia zia, sono perfettamente bilanciate nel gusto dolci ed amarognole allo stesso tempo.
Auguri a tutti i Giuseppe ma soprattutto al mio!

Ingredienti per la pasta choux (ricetta Iginio Massari)

  • 200 gr di burro
  • 300 gr di acqua
  • 6 gr di sale
  • 10 gr di zucchero
  • 200 gr di latte
  • 300 gr di farina 0
  • 480 gr uova intere (pesate senza guscio)

Ingredienti per la crema pasticcera (soda che non cola)

  • 3 tuorli d'uovo
  • 250 gr di zucchero
  • 180 gr di farina 00
  • 1 litro di latte intero
  • 1 bustina di vanillina
  • scorza grattugiata i limone bio
  • amarene sciroppate per la guarnizione
  • zucchero a velo per la guarnizione

Preparazione


In una pentola ampia portate a bollore i burro con l'acqua, il latte, lo zucchero ed il sale.
Appena inizia a bollire aggiungete la farina, setacciata in precedenza,in un solo colpo; mescolate energicamente e velocemente per evitare la formazione di grumi. Si formerà una palla, lasciare asciugare l'impasto sul fuoco continuando a e mescolare fino a quando non si formerà una patina sul fondo della pentola. Trasferire l'impasto nella planetaria impostate media velocità e lasciate andare per qualche minuto in modo che l'impasto inizi a raffreddarsi. Aggiungete le uova una alla volta, prima di aggiungere la successiva assicurarsi che la precedente sia stata assorbita dall'impasto. Otterrete un impasto liscio ed morbido.
Trasferite l'impasto in una sac-a-poche con bocchetta a stella e create delle ciambelle su una leccarda da forno leggermente unta di olio.



Cuocete in forno preriscaldato a 180 gradi in forno statico per circa 15-17 minuti o comunque fino a doratura. Durante gli ultimi 5 minuti di cottura incastrate nello sportello del forno il manico di un cucchiaio di legno.
Lasciate raffreddare prima di farcire le zeppole.



Per la crema pasticcera, invece, unite in una ampia pentola fuori dal fuco lo zucchero, la farina, la vanillina e mescolate bene. Aggiungete, sempre fuori dal fuoco, il latte a filo mescolando bene con una frusta in modo da non formare grumi. Unite i tuorli ed amalgamarli bene al composto.
Posizionate, ora, la pentola sul fuoco con la fiamma medio-bassa. Mescolate continuamente con un cucchiaio di legno fino a quando la crema non si addensa, ci vorranno circa 15 minuti. Quando la crema diventerà bella densa e corposa spegnete e lasciate raffreddare la crema coperta con pellicola a contatto.

Quando anche la crema sarà completamente fredda  frullatela qualche minuto con un frullatore ad immersione per renderla liscia, farcite le zeppole e decorate la superficie con amarene sciroppate e una spolverata di zucchero a velo.

 Tempo: 2 ore    Servizio per: 8-10 persone       Complessità: Facile 

giovedì 14 marzo 2019


Ho commesso un peccato mortale, ogni tanto ci vuole, ed allora ho farcito dei bellissimi fiori di zucca, tuffati in una leggera pastella e resi croccanti friggendoli nell'olio bollente!
Un antipasto finger food golosissimo, il famoso cartoccio da sbranarsi anche in piedi con amici e da mangiare caldo quasi bollente! Si preparano in batter d'occhio e sono molto versatili se non gradite la ricotta potete sostituirla con del formaggio cremoso.

Ingredienti 

  • 12 fiori di zucca freschi
  • 200 gr di ricotta vaccina
  • salame q.b.
  • pomodori secchi sott'olio q.b. 
  • parmigiano grattugiato q.b.
  • sale e pepe q.b.
  • Olio di semi (per la frittura)

Ingredienti per la pastella 


  • 150 gr di farina 00
  • 170 gr di acqua frizzante fredda

Preparazione


Pulite i fiori di zucca, togliete il gambo e il picciolo interno senza sciupare troppo il fiore. Sciacquateli e  lasciateli asciugare su carta da cucina. 

Nel frattempo preparate il ripieno che potete scegliere a vostro piacimento io ho scelto due diversi gusti. In una ciotolina amalgamate 100 gr di ricotta con il sale, il pepe, un cucchiaio di parmigiano ed il salame a pezzetti; nell'altra ciotolina stessa cosa ma ho messo i pomodori secchi invece del salame. 

Riempite delicatamente i fiori di zucca aiutandovi con un cucchiaino ed arrotolate la punta per sigillarlo.



Ora preparate la pastella amalgamando la farina con l'acqua frizzate, girate energicamente con una frusta a mano per evitare la formazione di grumi e quando sarà liscia ed omogenea intingete i fiori di zucca.

Friggete in abbondante olio di semi bollente  pochi fiori alla volta, sgocciolateli e fateli asciugare su carta da cucina o per fritti. Salate e pepate.

 Tempo: 1 ora     Servizio per: 4 persone       Complessità: Facile 

domenica 10 marzo 2019


Ecco a voi un dolce fresco, cremoso e ricco di profumi, con un guscio di gustosa pasta frolla che racchiude un ripieno eccezionale dato dal mix tra la composta di petali di rose e la crema al mascarpone.  Questa sbriciolata è facile e veloce da preparare, il classico dolce da preparare la domenica per pranzi e cene in famiglia o amici.
La particolarità è data dalla confettura di petali di rose che mi ha regalato un'amica ed è il motivo per cui ho deciso da preparare questa torta, ve la consiglio è dolce ed aromatizzata al punto giusto con petali di rose che donano quel tocco in più.

Ingredienti per la pasta frolla 



Ingredienti per il ripieno

  • 250 gr di mascarpone
  • 2 tuorli
  • 100 gr di zucchero
  • composta di petali di rose 
  • zucchero a velo q.b.

Preparazione


Preparate la pasta frolla come la ricetta (cliccate sul link che trovate in alto).
In una ciotola preparate la crema al mascarpone: al mascarpone unite i tuorli e lo zucchero. Amalgamate con un frullino elettrico o frusta a mano fino ad ottenere una crema liscia e senza grumi.

Dopo il riposo della pasta frolla stendetela e rivestire una o più teglie piccine da crostata (io con queste dosi ho ottenuto tre crostatine di circa 10 centimetri di diametro).


Bucherellate la base con la forchetta e aggiungete un cucchiaio generoso di composta di petali di rose (o gusto a piacere).  Aggiungete la crema al mascarpone e con la pasta frolla avanzata ricavatene tante briciole che posizionerete sulla superficie delle crostatine.
Infornate a 200 gradi per circa 20 minuti o comunque fino a doratura.
Servite le crostatine fredde e conservarle in frigorifero.


 Tempo: 1 ora     Servizio per: 4 persone       Complessità: Facile 

venerdì 8 marzo 2019


La ricetta che vi presento oggi è una variante salata della classica ciambella da colazione realizzata senza l'uso della bilancia quindi ingredienti pesati ma semplicemente utilizzando come unità di misura un vasetto di yogurt a 125 g. All’impasto base vengono aggiunte poi verdure, formaggi e salumi a piacere in base alle preferenze o a seconda della stagione.
La preparazione è semplicissima non richiederà particolari passaggi ed otterrete un rustico davvero eccezionale, saporito e morbidissimo. Comodo per un pic nic all'aria aperta o in occasione in occasione di buffet di antipasti rustici.

Ingredienti 

  • 1 vasetto di yogurt bianco
  • 3 uova
  • 3 vasetti di farina 0
  • 1 vasetto di olio di semi
  • 1 vasetto di parmigiano grattugiato
  • 1 vasetto di latte
  • 1 bustina di lievito istantaneo per torte salate
  • 1 zucchina media
  • peperoni sott'olio q.b
  • salsiccia o salame stagionato q.b.
  • formaggio provolone dolce q.b.
  • sale e  pepe q.b.

Preparazione


Nella ciotola della planetaria unire le uova e lo yogurt bianco. Utilizzate il vasetto ormai vuoto, ripulitelo ed asciugatelo per misurare gli altri ingredienti. 

Aggiungete i vari ingredienti indicati e mescolate per bene il tutto aggiungendo anche la bustina di lievito istantaneo per torte salate.
Unite un pizzico di sale e pepe (poco perchè salame e parmigiano sono già abbastanza sapidi).

Dopo aver ottenuto un impasto liscio aggiungete che faranno da ripieno ovvero i peperoni a pezzetti, la zucchina a dadini precedentemente saltata in padella per 5 minuti.
Riducete a pezzetti piccoli anche il salame o salsiccia stagionata ed il formaggio.

Amalgamate per bene tutto ed a questo punto il composto potrà essere versato all’interno di un classico stampo da ciambella o da plumcake che avrete precedentemente oleato o cosparso con del burro.

Livellate bene la superficie ed infornate in forno statico a 180 gradi per circa 40 minuti, fino a quando non sarà ben dorato.

Una volta pronto sfornate e lasciate da parte ad intiepidirsi. Ricordate, infatti, che non appena sfornato apparirà abbastanza morbido ed umido all’interno. Tutto questo è normale dato che avete aggiunto diverse tipologie di formaggio che con il calore si saranno sciolte. Basterà, però, far compattare per bene il tutto per avere un risultato perfetto.


 Tempo: 1 ora     Servizio per: 4 persone       Complessità: Facile 

martedì 5 marzo 2019


La ricetta della mia lasagna è una rivisitazione della classica ed antica ricetta napoletana la quale prevede ingredienti abbastanza laboriosi come il ragù preparato con carne di maiale e la presenza di uova sode. Ho snellito un pò gli ingredienti omettendo il ragù e le uova sode ma vi assicuro che il risultato è garantito 100%, abbiamo divorato una intera teglia da 4-5 porzioni in due!
A napoli si prepara durante il periodo di carnevale proprio a simboleggiare il periodo di prosperità appena prima di quello di digiuno e di penitenza tipico della quaresima.
E' ricetta pratica  perchè può essere realizzata il giorno prima e messa a riposare nel frigorifero per poi essere cotta e gustata la domenica e/o il giorno di Carnevale come facciamo noi in famiglia.
A Carnevale ogni Lasagna vale!!!!!!!

Ingredienti 

  • 1 confezione di sfoglia di pasta fresca 
  • 3 latte di passata di pomodoro
  • 300 ml di besciamella
  • 300 gr di mozzarella
  • 150 gr di ricotta vaccina
  • parmigiano grattugiato q.b.
  • salsiccia stagionata q.b. 
  • basilico q.b.
  • sale e olio evo q.b.
  • polpettine di macinato q.b.
  • 1 spicchio d'aglio

Preparazione

  1. Preparate il sugo di pomodoro con olio e lo spicchio d'aglio come siete abituati a farlo. Cuocere fino a quando non risulti abbastanza ritirato.
  2. In una teglia rettangolare da forno mettete qualche cucchiaio di sugo, adagiate al di sopra le sfoglie di pasta crude (se è necessario tagliate con le forbici pari di sfoglia in modo che si incastrino tra loro per bene) ed iniziate a farcire i vari strati. Iniziate con il sugo di pomodoro poi qualche cucchiaio di besciamella, di  ricotta, la salsiccia tagliata a pezzettini piccoli, la mozzarella a pezzetti, qualche polpettina di macinato (fatte in precedenza), una spolverata di parmigiano e qualche fogliolina di basilico fresco. Continuate allo stesso modo fino ad esaurimento degli ingredienti. 
  3. L'ultimo strato farcirlo solo con pomodoro passato, besciamella, mozzarella e parmigiano.
  4. Infornate a 200 gradi forno ventilato coperto con alluminio per circa 20 minuti; 5 minuti dalla fine togliete l'alluminio e lasciate asciugare un pò la superficie.
  5. Dopo la cottura lasciate riposare la lasagna una mezz'oretta prima di servire.
  6. Buon carnevale!

 Tempo: 1 ora     Servizio per: 4 persone       Complessità: Facile